Radio24 | Il Sole 24 ORE
Ora in diretta

Condotto da

Condominio: è giusto che paghino tutti se il danno riguarda pochi?

laparolaalrisparmioDue dei nove appartamenti del condominio in cui vive il nostro ascoltatore F. sono stati danneggiati da una perdita d’acqua.

L’assicurazione risarcisce solo parte delle spese e l’amministratore ha posto a carico dei restanti condomini la differenza della spesa non risarcita.

L’appartamento di F. non è tra quelli danneggiati e il nostro ascoltatore si chiede, quindi, perché debba essere tenuto a pagare per la riparazione di un danno che non lo riguarda.

Abbiamo chiesto un consiglio all’avv. Augusto Cirla, segretario nazionale di Assocond, Associazione Italiana Condomini, ecco la sua risposta:

Presumo che la perdita d’acqua provenga da un impianto condominiale, talché il “danneggiante” è il Condominio, chiamato, come tale, a risarcire il danno.
A ciò consegue che la differenza tra quanto rimborsato dall’assicurazione e l’intero ammontare del danno debba essere posta a carico del Condominio, non potendo il singolo condomino astenersi dal partecipare alla spesa, anche se non interessato dai danni. Ciò in quanto, ai sensi dell’art. 1118 c.c. , tutti i condomini devono concorrere alle spese per la conservazione dei beni e degli impianti comuni. L’amministratore ha dunque ben operato.

Condividi questo post

Commenta per primo

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.